Por Patricia Rodrigues

5 octubre 2015

“La primera tortita siempre se quema.” La directora general del Impact Hub Berlin, Nele Kapretz, sonríe al explicar su actitud ante los errores. “Hagas lo que hagas, quizá fracases a la primera, pero luego aprendes a hacerlo...”

Il successo passa sempre per il fallimento. Come imparare dagli errori nella propria attività?

“Sbagliare in meglio” è la chiave del successo di Impact Hub e dei suoi membri. Le persone accettano i loro passi falsi: provano, sbagliano e provano ancora, imparando dai loro fallimenti. Come dice Ekaterina Karabasheva, fondatrice di Jourvie: “Si impara di più da un errore che da un’esperienza positiva”.

Laugh a lot Mantenere un atteggiamento positivo è una parte importante della comprensione delle lezioni impartite dagli errori.

E allora quali consigli possono dare Impact Hub e i suoi utenti per rendere produttivi i propri errori?

Prototipi, rapidi e frequenti

“Insegniamo ai nostri membri il concetto di sbagliare presto e spesso. Raggiungete subito i vostri limiti e poi riprovate,” dice Nele.

È un consiglio nato dalle difficoltà del primo anno di Impact Hub Berlin. Dopo 12 mesi di lavoro, il progetto era sul punto di chiudere completamente. Il loro grande errore? Non aver iniziato subito con i prototipi. Creare uno spazio di prova è stato la chiave del loro successo. Hanno potuto provare velocemente le soluzioni, trovare un modello capace di generare profitti e attrarre i fondi di cui avevano bisogno per crescere.

In sintesi: realizzate prototipi il prima possibile, sbagliate all’inizio, quando la posta in gioco è bassa, e usate gli errori come base per definire soluzioni migliori e più ampie.

“Sbaglia presto, sbaglia spesso”. Nele Kapretz CEO, Impact Hub Berlin

Dimenticate di dover fare la scelta perfetta

“Una volta che avrete accettato che potreste fare sempre degli errori, andare avanti sarà molto più facile,” dice Ekaterina. La giovane imprenditrice ha imparato tutto, dalla scelta delle collaborazioni giuste alla negoziazione nelle richieste di finanziamenti, mentre la sua azienda cresceva.

All’inizio la pressione di dover ottenere risultati rendeva ogni scelta un’agonia. Il costo apparente di ogni errore creava un senso di paralisi che intralciava il processo con cui si prendono le decisioni di lavoro. Per ovviare al problema Jourvie ha dovuto accettare l’idea che gli errori sono inevitabili, fino al punto in cui prendere la decisione sbagliata è meglio di non prenderne alcuna.

In sintesi: avanzare è meglio che stare fermi. Quindi siate decisi, accettate il fatto che gli errori capitano e rendeteli parte integrante del processo con cui prendete le decisioni.

Ekaterina KarabashevaEkaterina Karabasheva di Jourvie promuove un atteggiamento aperto e positivo verso la discussione degli errori.

Condividere i propri errori

Uno degli eventi più attesi nel calendario di Impact Hub è una serata in cui si celebrano i momenti in cui le cose sono andate davvero male: la F***-up Night, appunto. Dà a tutti quelli che fanno parte dell’hub la possibilità di riunirsi e condividere le storie disastrose davanti ad un bicchiere.

La F***-up Night serve a due scopi per gli imprenditori. Prima di tutto, è un’ottima possibilità di liberarsi delle frustrazioni e lasciarsi gli errori alle spalle, ridendoci sopra in un ambiente incoraggiante. Inoltre, aspetto ancora più importante, parlare di ciò che è andato storto con colleghi comprensivi, ma imparziali, è un modo efficace per capire davvero i motivi per cui le cose non hanno funzionato, e questo è il primo passo per trasformare un errore in un successo.

n sintesi: riflettete sugli errori, creando la possibilità di discutere di cosa è andato male in un ambiente positivo.

In che modo un errore vi ha aiutato a crescere? Fatecelo sapere nei commenti.