Acquistare una stampante: quanto robusta deve essere?

9 Aprile 2015

2 min: tempo di lettura

Per una stampante professionale le richieste spaziano dalla stampa di un singolo documento a utilizzi pressoché continuativi. Risulta cruciale, quindi, scegliere una stampante abbastanza robusta da saper gestire le specifiche esigenze professionali.

Acquistare una stampante: quanto robusta deve essere? (Desktop)

Per una stampante professionale le richieste spaziano dalla stampa di un singolo documento a utilizzi pressoché continuativi. Risulta cruciale, quindi, scegliere una stampante abbastanza robusta da saper gestire le specifiche esigenze professionali.

I produttori di stampanti laser normalmente definiscono il carico di lavoro che i loro dispositivi possono sostenere come “volume di stampa mensile massimo”. HP LaserJet Pro P1606dn, ad esempio, offre un volume di stampa mensile massimo di 8000 pagine A4; HP LaserJet Pro 400 colour M451nw, leggermente più costosa, stampa fino a 40.000 pagine A4 al mese.

Questi valori non sono limiti assoluti: HP LaserJet Pro P1606dn non smetterà di lavorare in attesa che inizi il mese successivo, nel caso in cui abbiate già raggiunto le 8000 pagine. Si tratta semplicemente di indicazioni dei volumi di stampa per cui i dispositivi sono stati progettati. Se continuate a far lavorare la stampante oltre i volumi massimi previsti, i componenti potrebbero usurarsi più velocemente del previsto o la durata della stampante potrebbe risultare inferiore.

Tuttavia, numerose stampanti a getto d’inchiostro offrono oggi livelli di durata simili o persino superiori a quelli delle stampanti laser della stessa fascia di prezzo. La stampante multifunzione HP Officejet Pro 276 Dw offre un volume di stampa mensile massimo di 30.000 pagine, non molto inferiore a quello del modello LaserJet Pro 400 della stessa fascia di prezzo. La Officejet Enterprise Color X55dn produce sino a 75.000 pagine al mese per tutto il suo ciclo di vita.

La maggior parte delle stampanti a getto d’inchiostro dedicate all’uso professionale è fornita attualmente riportando nelle specifiche anche il volume di stampa. In passato, le stampanti a getto d’inchiostro supportavano volumi di stampa di gran lunga inferiori rispetto alle controparti laser. Infatti, il 49% dei lettori intervistati da PC Pro ha dichiarato di non avere mai preso in considerazione le stampanti a getto d’inchiostro in quanto non abbastanza robuste per l’uso professionale.

L’ufficio “medio” non esiste, quindi i dati che seguono sono da considerarsi esclusivamente come indicativi, tuttavia le ricerche della Environmental Protection Agency degli Stati Uniti suggeriscono che un impiegato di un ufficio medio negli USA produca 10.000 fogli di carta all’anno (tra fotocopie e stampe), ovvero 833 pagine al mese per utilizzare la stessa unità di misura dei volumi di stampa.

I volumi di stampa mensili non sono l’unico fattore da considerare per valutare la durata del ciclo di vita. I produttori di stampanti laser vendono kit di manutenzione che consentono di sostituire periodicamente i principali componenti dei dispositivi, come il gruppo fusore, il rullo di trasferimento e i rulli di prelievo della carta.

A questi kit è spesso attribuita una previsione delle pagine stampabili prima di una loro nuova sostituzione. Questa previsione varia da centinaia a migliaia di stampe, quindi controllate prima di scegliere quale dispositivo acquistare per il vostro ufficio.

Grazie a PC Pro per il contributo

Vuoi rendere il tup business davvero mobile?